Site Overlay

Otoprotettori protezione udito

UNA NUOVA TECNOLOGIA PER UN DISPOSITIVO ANCORA PIÙ EFFICIENTE E AI MASSIMI LIVELLI DI SICUREZZA

L'uso di materiale biocompatibile al 100% garantisce un piacevole comfort: nessuna pressione, nessuna sudorazione, nessuna sensazione di chiusura.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Qualità

La ricerca ha sviluppato protezioni su misura per ogni tipo di inquinamento acustico. I nostri otoprotettori sono perfetti in molteplici settori come l'industria, l'artigianato e l'edilizia.

Efficienza

La protezione dell'udito garantisce la massima qualità del lavoro e una concentrazione duratura - senza alcuna fatica indotta dal rumore costante presente nel luogo di lavoro.

Tecnologia

Grazie ai filtri interni, la percezione del segnale e l'intelligibilità del parlato vengono mantenute, il che è assolutamente essenziale quando si lavora in gruppo.

Salute

filtri montati sui nostri otoprotettori consentono un’adeguata ventilazione all’interno dell’orecchio, evitano sudorazione, non provocano psoriasi e dermatiti.

I nostri clienti

IL RUMORE

Il contesto acustico in cui ci troviamo immersi non risulta sempre gradevole o desiderato. Inoltre la sensazione di “poco gradevole e poco desiderato“ o di “sgradevole e indesiderato” si associa spesso alla difficoltà o all’impossibilità di disporre di strumenti di difesa di agevole impiego e di valida efficacia. Infatti il rumore, oltre ad essere senza dubbio l’agente inquinante più diffuso negli ambienti di lavoro, è ad un tempo reperibile anche in ambiente di vita extralavorativa.

La riduzione della funzione uditiva da rumore è prevenibile applicando correttamente le misure di prevenzione e protezione dell'udito indicate dalla normativa vigente e dalle norme tecniche relative. Il mantenimento dell’esposizione a livelli compresi tra i valori superiori di azione e i valori limite di esposizione consente, tuttavia, di proteggere solo in parte i lavoratori mantenendo un rischio residuo.

Sarà, pertanto, necessario integrare la tutela del lavoratore con dispositivi individuali di protezione acustica e verificare periodicamente le sue condizioni cliniche e il persistere inalterato della sua funzione uditiva, in modo da poter intervenire precocemente in caso si rilevi un’iniziale tendenza al peggioramento.

Rumore: cosa fare in caso di superamento dei livelli di esposizione