Site Overlay

Dormire insieme: e se lui/lei russa?

Dormire insieme fa bene alla salute: la scienza lo conferma. Ecco perchè.

Dormire insieme: e se lui/lei russa?

Un altro motivo per amare di più il vostro partner? Secondo una ricerca collettiva condotta dal dottor Andrea Petersen per il Wall Street Journal, condividere il sonno con il/la partner, farebbe bene alla salute e non solo. Dormire con chi si ama, causerebbe un abbassamento dei livelli di cortisolo, l’ormone dello stress causa di ansie e depressioni, rendendoci più soddisfatti e felici.

Secondo Wendy M. Troxel, assistente professore di psichiatria e psicologia presso la Pittsburgh University: i benefici non sarebbero solo fisici, ma anche psicologici“. Addormentarsi insieme diminuirebbe le citochine, sostanze chimiche coinvolte nel processo infiammatorio e aumenterebbe l’ossitocina, ormone dell’amore, noto per alleviare ansia e stress. La scienza non si ferma qui: se si desidera ottenere il meglio dal vostro rapporto si dovrebbe dormire nudi. (A meno che non siate in un iglù a meno venti…)

Sempre secondo la ricerca, i single farebbero più fatica ad addormentarsi e tenderebbero maggiormente alla depressione. Anche la scienza sostiene qualcosa che in fondo sapevamo da tempo: “One” è davvero il numero più solitario.

Ma se uno dei partner russa?

Non temete di non amare abbastanza il vostro partner se la notte siete spinti da un irrefrenabile desiderio, di tappargli il naso e la bocca! È del tutto naturale che la pessima qualità di sonno o la perdita di sonno possano portare ad avere reazioni di rabbia e mettere a rischio la salute del vostro rapporto.

Ecco cosa succede frequentemente:

  • Cessate di dormire insieme. Se voi o il vostro partner russa, una delle soluzioni più semplici è dormire in stanze diverse. Questo spesso si traduce in una mancanza di intimità fisica, creando tensioni nella relazione in quanto l’intimità è necessaria poiché funge da regolatore naturale nella vita di coppia.  Se siete voi a russare vi potreste sentire solo, isolato e frustrato per qualcosa che sentite di non avere alcun controllo.
  • Recriminazioni. Entrambi i partners cercheranno di dimostrare le proprie ragioni concentrandosi di più sulla propria strategia di difesa che non sulla ricerca di una soluzione.
  • Risentimento da parte del partner che non russa. Quando un non-russatore sente di aver fatto di tutto per dormire la notte, dalle tecniche di rilassamento, alla meditazione fino ad arrivare ai tappi per le orecchie, ma il suo compagno (colui che russa) non fa nulla per combattere il proprio russare, tutto ciò può portare al risentimento. In una coppia bisogna affrontare i problemi come in una squadra e cercare di arrivare assieme ad una soluzione poiché in una coppia non è mai l’individuo singolo ad avere il problema ma la coppia.
  • Litigi dovuti alla cattiva qualità del sonno. Nella vita di coppia ci sono sempre numerosi spunti che possono creare discussioni e litigi e se a questi viene aggiunta la tensione dovuta alla deprivazione di sonno, i litigi possono creare delle vere e proprie fratture che minacciano seriamente l’armonia della relazione.

Se tenete alla vostra relazione,  dovete veramente sforzarvi a trovare una soluzione al problema per garantirvi sonni tranquilli accanto al vostro partner. Individuare la causa prima cosa vi sarà d’aiuto per capire se è un problema relativo ad un disturbo fisico (deviazione del setto nasale, apnea notturna, escrescenze nasali, etc) oppure se è legato ad uno stato ansioso che si manifesta con una cattiva respirazione notturna.

Lavorare insieme per trovare una soluzione sarà anche una buona opportunità per migliorare la qualità del vostro legame e creare una connessione più profonda.

Condividi con i tuoi amici sui social network!