Site Overlay

Dave Grohl rivela la perdita dell’udito

Leggo il labiale da oltre 20 anni: questo è quanto dichiarato da Dave Grohl, leader dei Foo Fighters e batterista dei Nirvana, in una recente intervista in cui rileva la perdita dell’udito.

Dave Grohl rivela la perdita dell’udito

Dave Grohl, frontman dei Foo Fighters che ha recentemente rivelato di soffrire di gravi problemi all’udito. In un’intervista all’Howard Stern Show, l’ex batterista dei Nirvana ha spiegato gli effetti sulle proprie orecchie di decenni trascorsi sui palchi di mezzo mondo. Durante la conversazione si è definito sordo e ha ammesso di leggere il labiale delle persone da oltre 20 anni per capire cosa stiano dicendo.

Dopo una vita trascorsa a esibirsi sui grandi palchi del mondo, anche Dave Grohl non è rimasto immune a uno dei disturbi più diffusi tra le rockstar. Si sa, l’esposizione protratta nel tempo di rumori sopra gli 85db è causa di danni permanenti all’udito e ne sanno qualcosa Pete Townshend, Neil Young, Eric Clapton e anche Brian Johnson degli AC/DC che per anni si sono esibiti circondati da considerevoli volumi sonori. Di norma un concerto rock viaggia sui 100-120db.

l mio orecchio sinistro è un po’ peggio del mio destro perché il rullante e il monitor, quando suono la batteria, sono da questa parte.

Dave Grohl

Nell’intervista concessa a Howard Stern, l’ex Nirvana ha parlato proprio della perdita dell’udito, rivelando che se fosse a cena seduto accanto a noi, con il suo orecchio sinistro a 30 centimetri dal nostro, “non capirebbe una parola di quello che stiamo dicendo tutto il fottuto tempo”, scenario ancor peggiore se fossimo in un ristorante affollato. Rivela che per colmare il gap, in questi ultimi 20 anni, è ricorso alla lettura del labiale e di essersi trovato in estrema difficoltà in tempo di pandemia a causa dell’uso delle mascherine.

L’acufene – noto anche come tinnito e volgarmente detto “ronzio all’orecchio” – è un disturbo che può avere intensità più o meno invalidanti, ma nel caso del frontman dei Foo Fighters non sembra averne compromesso la quotidianità o la capacità di cogliere i dettagli sonori durante le registrazioni con la band. «Quando mixiamo posso ancora sentire le più minuscole sfumature sonore, le mie orecchie sono ancora ben sintonizzate su determinate frequenze, e se sento qualcosa di stonato me ne accorgo».

Dave Grohl ci tiene comunque a rassicurare i fan affermando di riuscire ancora a sentire minuziosamente una canzone in ogni parte del lavoro di composizione. Ad aiutarlo c’è un tecnico del suono fidato: Ian Beveridge, insieme al musicista da ben 31 anni, ovvero dai tempi dei Nirvana: «Lui è dentro la mia testa. Quindi, anche se non sto usando gli auricolari, il suono sul palco per me è fottutamente perfetto».

È possibile prevenire la sordità mediante l’utilizzo di in-ear monitor, particolari auricolari a più vie che riproducono fedelmente tutti gli strumenti e che abbattono il rumore esterno consentendo quindi di gestire un volume inferiori rispetto a quello di un palco rock pieno di amplificatori . Ciò nonostante, Dave Grohl rifiuta di indossare gli in-ear monitor, poiché, secondo lui rendono l’esperienza live sul palco totalmente straniante e innaturale.

Ho già provato ad usarli moltissimo tempo fa, ma il problema è che ti estromettono dal suono naturale e dall’atmosfera che c’è attorno. Io voglio essere in grado di sentire il pubblico di fronte a me e voglio essere in grado di girarmi e sentire gli altri musicisti.

Probabilmente il buon vecchio Dave non ha mai provato ad utilizzare i nostri modernissimi in-ear monitor su misura o ad utilizzare le nostre protezioni acustiche per musicisti. utilissime per prevenire efficacemente l’insorgere di problemi relativi alla perdita dell’udito.

Dove acquistare i nostri otoprotettori?

Otoprotettori su Misura Firenze

I nostri otoprotettori sono disponibili solo online su questo sito. Per acquistarli o per conoscerne il prezzo, è sufficiente accedere al nostro negozio online cliccando qui.

Inoltre ti consigliamo di leggere le FAQ cliccando qui. Troverai tante risposte alle domande più frequenti poste dai nostri clienti.

Condividi con i tuoi amici sui social network!